Le Isole Ebridi

Pin It

Al largo della costa occidentale scozzese, troviamo le Isole Ebridi (in gaelico scozzese: Innse Gall).
Geograficamente sono divise in due gruppi:

  • Le Ebridi Interne, che includono Skye, Mull, Islay, Jura e le Small Isles, tra cui Staffa
  • Le Ebridi Esterne, che includono Lewis e Harris, North Uist, South Uist e Saint Kilda.

Le Ebridi interne erano già abitate da navigatori Vichinghi già prima del IX secolo. Seppur in maniera ufficiosa era controllate dal governo norvegese. Il controllo delle isole da parte della Norvegia venne formalizzato nel 1098 quando il re Edgar di Scozia cedette formalmente le isole al re Magnus III Olavsson di Norvegia.

Le Ebridi Esterne (In Lingua gaelica scozzese: Na h-Eileanan Siar), all’estremità occidentale dell’Atlantico, conosciute anche come Outer Isles, o Western Isles rappresentano il cuore della cultura gaelica; con una superficie totale di 3.071 km², sono, invece, una delle 32 regioni unitarie della Scozia (con capoluogo Stornoway sull’isola di Lewis).

  • In aereo

    Su concessione della British Airways, la compagnia aerea Loganair, effettua giornalmente (da lunedì a sabato) da Glasgow, Edimburgo e Inverness (qui opera anche la compagnia Highland Airways) voli per Stornoway. Da Glasgow è inoltre possibile raggiungere in aereo le isole di Barra e di Benbecula.
    Da Aberdeen, invece, è possibile raggiungere Stornoway grazie alla Eastern Airways.

    In traghetto

    Diverse isole delle Ebridi sono servite dai traghetti della Caledonian MacBrayne: da Ullapool a Stornoway (isola di Lewis); da Uig (isola di Skye) a Tarbert (isola di Harris) e a Lochmaddy (isola di North Uist); e da Oban all’isola di Barra e a Lochboisdale (isola di South Uist).

    Esistono tratte anche tra Castlebay (isola di Barra) e Lochboisdale (isola di South Uist); tra Berneray (isola di North Uist) e Leverburgh (isola di Harris) e tra le isole di Barra e di Eriskay. Se dovete prenotare anche un posto d’auto sul traghetto, ricordatevi di prenotare con un certo anticipo.

  • Isola di Lewis e Harris

    Lewis e Harris formano una sola isola, la prima alquanto pianeggiante, la seconda caratterizzata da tratti più montuosi. Harris è conosciuta ed apprezzata in tutto il mondo per il celebre Harris tweed, tessuto in lana d’alta qualità lavorato nelle case degli isolani.

    Dun Carloway

    Sull’isola di Lewis, è uno dei broch – torre rotonda – meglio conservati di Scozia: dal diametro complessivo di 14,3 metri, la parte più elevata raggiunge 6,7 metri, anche se probabilmente in origine, le pareti potrebbero essere state alte circa 13 metri.

    Lewis Blackhouses

    Le tipiche e tradizionali case dai tetti di paglia di Lewis sono note come Blackhouses (letteralmente case nere). Sul litorale occidentale dell’isola si trova Gearrannan, un villaggio di blackhouses. Dal 1989 l’associazione locale “Urras nan Gearrannan”, ha ricreato un autentico villaggio residenziale, restaurando e recuperando le case cadute in rovina.

    Calanais Standing Stones

    Conosciuto anche come Callanish è un sito archeologico (risalente al 1800 a.C. circa) situato sulla parte occidentale dell’isola di Lewis. Qui si può ammirare uno dei più interessanti monumenti europei del megalitico (grande pietra, o gruppo di pietre, usato per costruire una struttura o un monumento senza l’uso di leganti come calce o cemento). Ciò che gli archeologici chiamano come Callanish I (la numerazione progressiva si spiega con il fatto che negli immediati dintorni vi sono numerosi altri cerchi di pietre) consiste, essenzialmente, in un cerchio principale (13,1 x 11,3 metri) composto da 13 pietre con al centro una pietra che le sovrasta (alta 4,75 metri). Dal monumento megalitico, si diramano quattro viali incompleti, con singole file di pietre verso est, sud e ovest e una doppia fila verso nord-est.

    Harris Beaches

    La costa occidentale di South Harris è tra le più belle del Regno Unito: acque cristalline e turchesi, fine sabbia bianca e dune: se non fosse per il clima, non avrebbero nulla da invidiare alle Maldive!

    Saint Kilda

    è un arcipelago isolato, composto dalle isole più occidentali delle Ebridi Esterne, situato 64 chilometri ad ovest-nord-ovest di North Uist nell’Oceano Atlantico settentrionale. Le sue isole considerate parte del comune di Harris, sono amministrativamente dipendenti dalle isole occidentali scozzesi anche se l’’intero arcipelago è di proprietà del National Trust for Scotland.

    L’isola più grande è Hirta

    Le cui scogliere sono le più alte del Regno Unito. Paradiso naturale di ineguagliabile bellezza, questo arcipelago, ininterrottamente abitato lungo l’arco di almeno due millenni, venne abbandonato dalla popolazione locale nel 1930. I motivi di questa “migrazione” sono molteplici e concomitanti.

    Prima della Grande Guerra e dell’avvento del turismo, a Saint Kilda, si era vissuto nel più totale isolamento (e nella privazione). I giovani intuirono che esisteva un mondo diverso e ricco di opportunità e abbandonarono l’isola. La popolazione, dunque, crollò dalle 72 unità nel 1920 alle 37 del 1928.

    Nell’agosto del 1930, dopo una serie di cattivi raccolti e la morte di 4 uomini (per influenza) e di una ragazza (per appendicite) gli ultimi 36 abitanti vennero spostati su Morvern, in terra di Scozia, per loro stessa richiesta. Saint Kilda, nel 1986, è diventato uno dei quattro Patrimoni dell’umanità scozzesi. Si tratta uno dei pochi patrimoni al mondo ad essere considerati contemporaneamente “naturale”, “marino” e “culturale”

    EVENTI

    Ogni anno, in luglio (quest’anno dal 14 al 17), in diverse località delle Ebridi, si svolge l’Hebridean Celtic Festival, una kermesse musicale di 4 giorni, con artisti internazionali, dedicata alla cultura gaelica.

Scegli il tuo Tour in Scozia


Hotel Consigliati

Argyll Guest House

Argyll Guest HouseSituata a 20 minuti a piedi dal centro di Glasgow e a soli 10 minuti a piedi dallo Scottish Exhibition and Conference Centre, l'Argyll Guest House off [...]

Cathedral House Hotel

Cathedral House HotelSituato nel centro storico di Glasgow, accanto alla Cattedrale di San Mungo, lo splendido Cathedral House Hotel vi propone 8 camere e occupa un edifi [...]

Kings Park Hotel

Kings Park HotelSituato in una zona tranquilla di Glasgow, questo hotel si affaccia su Overtoun Park. Offre connessione Wi-Fi gratuita, parcheggio gratuito, camere co [...]

McLays Guest House

McLays Guest HouseSituata nel cuore di Glagow, in un'ottima posizione per visitare i numerosi musei e gallerie d'arte della città, la McLays Guest House, interamente c [...]

Mercure Glasgow City Hotel

Mercure Glasgow City HotelSito nel vivace centro di Glasgow, questo hotel offre sistemazioni eleganti a pochi minuti a piedi dalla strada principale. Le moderne camere del Mer [...]

The Georgian House

The Georgian HouseThe Georgian House si trova nella zona West End di Glasgow, accanto ai giardini botanici e due minuti dalle fermate Hillhead e Kelvinbridge della metr [...]

Dreamhouse Apartments Glasgow City Centre

Dreamhouse Apartments Glasgow City CentreLa Dreamhouse Apartments Glasgow City Centre vanta lussuose sistemazioni ospitate in un edificio ristrutturato, a pochi metri da George Square, nel ce [...]